Fb-Button
Banner1
Eligio Bartoli
Banner2
Eligio Bartoli

la mafia della fiamma.

FUOCO INCROCIATO.

Ritorno sul dramma degli incendi dolosi e sulla criminalità ad essi collegata trattaTo nel precedente articolo PIROMANI AL ROGO del 9 agosto 2013. Il fatto che sia stato sorpreso e filmato  un piromane, ausiliario dei vigili del fuoco, nell’ atto di appiccare un incendio in un bosco testimonia, se ve ne fosse bisogno, quanto sia grande la follia di questa società che, in crisi di sovrabbondanza di beni prodotti rispetto alla capacità economica di consumarli,  induce a “creare” il lavoro provocando e pianificando disastri. A tale proposito cito un’ esperienza diretta vissuta in un paese laziale posto, per altro, ai limiti di un piccolo parco nazionale. Questo paese era sprovvisto della postazione dei vigili del fuoco  che, tradotto in posti di stipendio, vuol dire almeno una decina o due di occupati. Caso strano  ogni estate alle sue pendici si sviluppavano incendi a gettito continuo ai quali faceva puntuale e facile eco la richiesta di un presidio fisso di pompieri come sopra descritto. Alla fine la montagna di incendi ha partorito il topo della postazione dei vigili del fuoco. Caso ancora più strano da allora gli incendi sono scomparsi, nessuna autocombustione e nessun bisogno di intervenire, restava solo l’ incombenza di ritirare lo stipendio alla fine del mese.  Qualcuno si illude che possa finire qui? Nemmeno per idea. Perchè se i presidi fissi hanno “sistemato” gli effettivi adesso sono gli ausiliari a doversi garantire l’ impiego stagionale ampliando la domanda del mercato cioè appiccando incendi. Sotto questo fuoco incrociato bruciano boschi, animali e civiltà. Il tutto solo perchè  dei volgari intestini possano digerire quanto ingurgitato da famelici stomaci di quel triste individuo che si crede al centro e padrone del creato.

Banner3
banner200x200
Banner4
banner350x150