Fb-Button
Banner1
Eligio Bartoli
Banner2
Eligio Bartoli

Archivi del giorno: 10 Novembre 2013

U.E. NORMALIZZATRICE.

Oggi denunciamo la folle circolare applicativa, di cui ha dato notizia Il Giornale del 4/11/2013, partorita dalle scatole craniche  o meglio, dal vuoto che in esse appare assoluto e che le riempie, di ben 19 “esperti” di sessuologia infantile, adulta, senile e, c’è da giurarci, anche post mortem. Questo “studio” definisce le linee dell’ educazione sessuale da impartire nelle scuole della U.E., e dà la giusta misura  della pericolosità sociale di questa banda di burocrati che detta le regole al caravanserraglio europeo. Dal reportage dell’ articolo emergono particolari che fanno della U.E. un campo di concentramento senza filo spinato ma dotato di una immensa camera a gas “sociale” dove è fatto obbligo di respirare il nuovo verbo, tossico quanto quello imposto dai nazisti. Questa camera a gas continentale dovrebbe, nel delirio di questi 19 fantomatici esperti, asfissiare ed uccidere il sesso, i sessi e la sessualità, in nome di una nuova dottrina che fa del condizionamento, tipo cane di Pavlov, il suo fulcro. Dunque, questi sedicenti esperti hanno ideato la nuova educazione sessuale che, suddivisa in fasi progressive in base all’ età degli educandi, parte da zero anni fino alla maggiore età. Sì, avete capito bene, da zero anni! E fino a quattro è la prima di esse e poi via dicendo. Questa circolare della follia, badate bene, è all’ esame della Commissione Europea cioè del Governo della U.E., il quale, dopo l’ infausta parentesi prodiana dello studio della curvatura delle banane e del diametro dei piselli, ora vuole occuparsi dei format sessuali. In essa, i normalizzatori, pagati profumatamente con i soldi delle tasse, asseriscono quanto sia importante “aprire” la mente dei bambini entro i quattro anni di vita sull’ orizzonte sessuale con tutte le implicazioni che ne derivano, compreso l’ approccio alla masturbazione, la conoscenza del proprio corpo e la  promozione di una “naturale” omosessualità che secondo questi pazzi andrebbe “agevolata” già in tenera età.  Poi entro i dieci anni di età i cittadini europei di domani dovranno conoscere l’ opportunità sociale dell’ aborto, i metodi di controllo delle nascite e la “pericolosità” del messaggio religioso su queste tematiche sessuali, che ovviamente va rigettato in toto.  Bastano questi accenni programmatici per comprendere che ci troviamo davanti ad un progetto di distruzione di massa da realizzare su vasta scala e che fa il paio con le atroci velleità scientifiche poste in essere dalla ferocia nazista nel suo folle tentativo di realizzare la nuova razza perfetta. Non è un falso allarme, perchè superato il vaglio della Commissione tale circolare dovrà essere applicata nelle scuole materne, elementari, medie e superiori dei Paesi  dell’ area U.E.  Il sospetto che dietro, davanti, sopra e sotto questa sconvolgente iniziativa ci sia la lobby della pedofilia, quella della omosessualità e quella della politica trasversale che le cavalca  traendone enormi vantaggi elettorali, appare meno assurdo di quanto si creda. A chi altri gioverebbe una strategia di simile portata distruttiva del tessuto sociale? E come si permettono questi sedicenti esperti ed i loro danti causa di allungare le sudice e viscide mani ideologiche sui corpi e sulle menti di  inermi bambini i quali risulteranno poi traviati e psicologicamente massacrati da tale manipolazione in tutto simile alla lobotomia chirurgica?  E ancora, come può uno Stato come l’ Italia, già vergognosamente appecoronato all U.E. in politica economica, divenire suddito obbediente e passivo esecutore del massacro mentale delle future generazioni?  La viltà ideologica e la sottomissione generale al politically correct devono ricevere una risposta adeguata  forte e decisa, se non dai pavidi e corrotti politicanti, intenti unicamente a spremerci di tasse, da parte dei genitori di queste vittime predestinate, di questi futuri martiri della peste del terzo millennio che va sotto il nome, è necessario ripeterlo e gridarlo ad ogni latitudine, di politically correct. Il delitto che tramite questa abominevole circolare si vuole pianificare e compiere è l’ abolizione di ogni tutela dell’ infanzia in materia sessuale e della sacra inviolabilità dei minori che rappresentano i requisiti base per definire civile una società. La barbarie della prevaricazione della volontà individuale in tenera età è un crimine molto diffuso in nazioni culturalmente ed economicamente sottosviluppate, e dopo bambini terroristi, bambini operai, bambini prostituti, bambini soldati, avremo, grazie agli esperti superpagati della U.E., anche bambini schizzofrenici, asessuati, ibridi sessuali, ai quali sarà sconosciuto ogni contenuto emozionale, ogni connotato spirituale spontaneo  nella “fruizione” della sessualità  programmata e “scientificamente” dosata da questi “ricercatori” della nuova umanità.  Genitori armatevi di cultura e coraggio, non potete tradire in maniera così vigliacca le creature che Dio vi affida! Siate liberi e combattete questa ignominia.

Banner3
banner200x200
Banner4
banner350x150