Fb-Button
Banner1
Eligio Bartoli
Banner2
Eligio Bartoli

Archivi del giorno: 31 Dicembre 2012

IL NUOVO CONGRESSO DI VIENNA

La Storia altro non è che il remake  degli stessi film che ogni epoca pretende di spacciare per nuovi ed originali. Guerre, stermini di popoli, rivoluzioni, restaurazioni e persecuzioni singole e di popoli sono presenti in ogni secolo come del resto sono presenti i cialtroni di presunta caratura storica che provocano tutto ciò. Il Congresso di Vienna dove si decise fra l’ altro la spartizione dell’ italietta sotto la regia di Metternich non sfugge al teorema e si ripete duecento anni dopo con il Congresso di Bruxelles sotto la regia del Kaiser Frau Merkel. Ma chi sono gli altri attori della spartizione dello Stivale oltre ai vari “sinceri e solidali” partners europei? Come 200 anni fa sono, anche oggi, quei poteri interni definiti forti nell’ accezzione di prevaricatori e prepotenti. Sono i vassalli di interessi di casta che trovano nella grande industria, nel sistema bancarioo e nella chiesa degli uomini, o meglio dei preti, le espressioni e i connotati politici. Non è un caso che queste formazioni si siano schierate al fianco del sostenitore del verbo teutonico per eccellenza, quel tal Monti che ha fatto delle tasse una religione uber alles. Cosa gliene può fregare alla grande industria del proliferare delle tasse se può godere di finanziamenti statali, di leggi e leggine concepite per far aumentare i suoi fatturati?  Cosa gliene può fregare al sistema bancario della moltiplicazione di pizzi e gabelle se poi periodicamente esso viene ricapitalizzato e salvato da singoli fallimenti di banche con i soldi pubblici provenienti dalle tasse? E alla chiesa dei preti, cosa può fregare delle tasse se essa ne è esente, come per l’ Imu, se può contare sui vari otto per mille, sulle donazioni e sugli stanziamenti statali che giocoforza la legano al carro dei tartassatori? Chi non ricorda l’ ottocentesco Stato Pontificio che guardava con favore alla divisione dell’ Italia pre-risorgimentale , avendo a cuore la sua supremazia politica ed economica su mezzo Stivaletto? Nella nuova versione del Congresso i Metternich sono tanti e tutti orientati su  un obiettivo concordante: l’ Italia deve essere normalizzata per non avere peso in Europa e per consentire ai tanti fattori e capi bastone del  feudatario di lucrare ricchezze personali e di casta in cambio del tradimento patrio. La dimostrazione della tesi è data dalle facce o meglio dai deretani di pietra che vogliono rappresentare il nuovo che avanza: parlamentari con quasi mezzo secolo di sterile anzianità ciarlatoria, professori di cattedre inventate, discepoli di banche d’ affari (sporchi), eterni enfat mai prodige (non) cresciuti all’ ombra di vecchi capitani di industria. Questa è l’ italietta seduta al Congresso di Bruxelles, l’ altra, quella che  lavora, che soffre e che non vuol morire sotto il tacco straniero è sdraiata sotto i cingoli del nuovo padrone Panzer.

Banner3
banner200x200
Banner4
banner350x150