Fb-Button
Banner1
Eligio Bartoli
Banner2
Eligio Bartoli

Archivi del giorno: 26 Dicembre 2012

I ROGHI SONO SPENTI ORA SPEGNIAMO L’ IGNORANZA

Sul sito Pontifex è apparso un articolo che denuncia la responsabilità oggettiva della donna quale causa scatenante e giustificante la serie di efferate uccisioni che, in ossequio alla imperante demenza mediatica, è nota come femminicidio data l’ incapacità culturale anche solo di coniare il termine più opportuno di donnicidio. Evidentemente per tanta gente dalla mente “eccelsa” la donna non sarà mai nulla più di una femmina, un icona del male, la rappresentazione materializzata del maligno con tanto di forcone e coda puntita. E per dare fetido fiato a questa nuova campagna da inquisizione violenta si rievocano concetti che credevamo inceneriti negli ultimi roghi accesi dall’ ignoranza maschilista ai piedi delle sventurate “streghe, impossessate, e peccatrici” di turno. Nossignore, il fuoco covava sotto la cenere dei secoli ed ora è pronto a divampare e a bruciare vesti e sottovesti insieme a quel poco progresso sociale ottenuto al prezzo di milioni di vite. L’ eterno idiota con “pisellino pendulo” si veste da monsignore, da cardinale, da marito troglodita, da maschietto da quattro centesimi e sfodera ora il coltello, ora la pistola, ora il rogo, per mondare il peccato di essere donna,  per eliminare ciò che non riesce a capire e dominare. La “guerra santa” contro l’ utero riprende, se mai fosse cessata, con riferimenti non più solo demoniaci ma addirittura pseudo sociologici, scomodando la idiota psicologia da  bar secondo la quale la donna sarebbe causa del suo male e sconterebbe, per una falsa maledizione divina, le sue curve e la sua beltà. Improvvisamente le lancette della Storia  sono state riportate indietro di secoli e la viscida longa manus dell’ inquisizione è tornata a serpeggiare e palpare, ad ungere di bava maschilista gli ingranaggi del potere. Ma dove sono finiti dunque gli uomini, posto che ne siano mai nati?  Non ce ne è uno che abbia il coraggio di usare la sua carica pubblica, dalla quale trae ingenti prebende, per fare giustizia di tale scempio culturale e religioso? Siamo dunque tutti codardi e molli al punto di pensare che i mali del mondo si curino uccidendo la donna? Issare il vessillo di Dio per schiacciare la creatura che da Lui stesso è stata voluta quale fonte della vita di Cristo è un atto di guerra civile e come tale inaccettabile.  Se questi sono i pretesi pastori di anime sempre più tristi saranno i tempi per il gregge e sempre più lontana sarà l’ alba della civiltà.

Banner3
banner200x200
Banner4
banner350x150